23 Ago PISCINE: UNO SPIRITO NUOVO AGLI SPAZI APERTI

Tratto da: Four Excellences

Nel passato l’architettura dei giardini prevedeva al suo interno l’inserimento di fontane, laghetti artificiali, vasche per i pesci. Oggi è la piscina ad esserne parte integrante, in innumerevoli stili e varianti. E gli arredi esterni, sempre più vicini al design indoor, ne sono l’ideale contrappunto.
Gli architetti più apprezzati dai committenti sono quelli che, nel progettare una casa o nel dar vita a una ristrutturazione, creano e moltiplicano gli spazi open air. Luoghi ombrosi per pranzare o rilassarsi all’aperto, talvolta protetti da una pergola o da una tenda, talaltra rinfrescati dalla presenza di una piscina declinata in varie forme.

Un lusso fino a qualche tempo fa, un piacere accessibile oggi.

La qualità, certo, è cresciuta. E si vede: nella complessità delle proposte, nelle forme, nella completezza delle dotazioni. Del resto, uno dei modelli storici di riferimento è il laghetto settecentesco all’interno di un parco inglese: quanto di più romantico si possa immaginare. Ma oggi l’atmosfera culturale è tutt’altra e la piscina balneabile è lo specchio d’acqua più diffuso.
Un progetto nel quale è comunque fondamentale il rapporto con il verde che la circonda e con gli arredi che ne descrivono l’intorno, suggerendo momenti di pausa o convivialità. Barbecue, cucine outdoor, poltrone e chaise longue, tende da sole, luci notturne… ne costituiscono la punteggiatura, ne sottolineano lo stile, ne esprimono il linguaggio progettuale. E parlano d’estate, di sole, di spensieratezza.

No Comments

Post A Comment