Consigli per la manutenzione della piscina fuori terra

Manutenzione piscina fuori terra: tutti i consigli per il corretto trattamento chimico

Evita gli sprechi di acqua e goditi una piscina sempre perfetta

La piscina, il luogo migliore dove trascorrere il tempo quando si è a casa.

Relax, divertimento, condivisione, sport, benessere: la lista dei vantaggi di una piscina è molto lunga, grazie soprattutto ai benefici che regala l’acqua.

Passare del tempo in piscina infatti ha un effetto positivo sul benessere emotivo, rende il corpo più “leggero” e rilassato, è un toccasana contro lo stress e aiuta a combattere il caldo, raffreddando il calore corporeo e aiutando a combattere le alte temperature estive.

Il rumore dell’acqua ha un effetto calmante naturale, senza contare che l’attività fisica svolta in acqua aiuta a modellare il corpo con armonia rendendo il movimento facile per tutti, bambini ed anziani compresi.

L’acqua è fonte di vita, e soprattutto in un momento come questo dove l’emergenza siccità ci spinge a dover essere ancora più attenti a preservare il suo utilizzo, si rende necessario conoscere a fondo le buone abitudini per una corretta gestione e trattamento della piscina di casa.

Al fine di adottare un approccio eco-sostenibile, in modo da limitare il consumo di prodotto chimico ed evitare la formazione di alghe, condividiamo i consigli utili per conservare a lungo una buona qualità dell’acqua della piscina.

Le seguenti indicazioni sono da considerare per i modelli Dolcevita, Classic, Pop e Crystal.

 

PULIZIA DELLA VASCA

Se la piscina è stata usata l’anno precedente e si è stati costretti a cambiare completamente l’acqua al suo interno, prima del riempimento si consiglia una pulizia profonda della vasca con l’utilizzo di prodotti sgrassanti o disincrostanti specifici per rivestimenti in PVC.

In caso di presenza di incrostazioni grigiastre di calcare, si consiglia di usare acidi diluiti, opportunamente maneggiati o prodotti decalcificanti tipo acidi tamponati.

A operazione effettuata, risciacquare abbondantemente.

 

RIEMPIMENTO DELLA VASCA

Il riempimento della piscina deve essere effettuato, ove possibile, con acqua pulita proveniente dall’acquedotto, oppure da un pozzo provvisto di filtro.

Di seguito le indicazioni da seguire per una perfetta gestione iniziale dell’acqua:

1.  Inserire nella testa flottante dello skimmer dicloro granulare (quantità consigliata circa 15 g di per ogni m³ di acqua) e lasciare la pompa accesa per 24 ore.

È necessario che il valore del cloro sia stabile tra 1 e 1.5 ppm (ovvero mg/L).

Mantenere la pompa in funzione è essenziale, affinché il prodotto chimico non entri mai in contatto con le pareti o il fondo della piscina, in quanto potrebbe causare lo sbiancamento del telo.

2.  Misurare che il livello del pH sia compreso fra 7.2 e 7.6, dosare 15 g di pH – granulare per diminuire di 0,2 unità il valore misurato dal proprio tester (sciogliere il prodotto in un secchio pieno di acqua e poi spargere il liquido in vasca).

Per una maggiore precisione, si consiglia di verificare sui manuali di manutenzione della piscina acquistata la quantità di prodotto chimico raccomandato.

Nel caso in cui si abbia necessità di spegnere il sistema di filtrazione per un periodo abbastanza lungo, è consigliato rimuovere dai filtri gli eventuali residui di cloro non ancora sciolto. Diversamente il cloro sciogliendosi lentamente andrebbe a depositarsi in forte concentrazione ai piedi dello skimmer con gli effetti sopra descritti.

 

MANUTENZIONE STAGIONALE

Dopo il trattamento iniziale, è importante mantenere costante il corretto bilanciamento dei parametri di cloro e pH, per continuare a utilizzare la propria piscina in modo ottimale e preservare la sua acqua cristallina e splendente, ed evitare la formazione di alghe.

Dosare circa 2 g di cloro per aumentare di 0,1 unità il valore registrato in acqua.

Dosare 15 g di pH – granulare per diminuire di 0,2 unità il valore registrato in acqua.

Per una maggiore precisione, si consiglia di verificare sui manuali di manutenzione della piscina acquistata la quantità di prodotto chimico raccomandato.

La regolare analisi dell’acqua è utile per conoscere il suo stato e riscontrare per tempo eventuali problematiche in corso, al fine di ripristinare i valori ideali grazie all’uso di trattamenti idonei, per conservare l’acqua salubre.

L’analisi può essere effettuata con strumenti di verifica manuali, oppure scegliendo dispositivi automatici come il Blue Connect, che risultano più affidabili e sono in grado di fornire risultati in tempo reale direttamente sullo smartphone.

 

TRATTAMENTO CON DICLORO DURANTE LA STAGIONE ESTIVA

Durante la parte centrale della stagione estiva (normalmente a metà luglio/inizio agosto) occorre procedere ad un nuovo trattamento con dicloro, del tutto simile a quello iniziale, per mettere l’acqua in condizione di resistere alle sollecitazioni di un uso intenso e stressante nel periodo più caldo. 

Per una maggiore precisione, si consiglia di verificare sui manuali di manutenzione della piscina acquistata la quantità di prodotto chimico raccomandato.

Il trattamento va effettuato in ogni caso, anche se i valori segnalati dal tester (a gocce, a cartine, a pastiglie, etc…) sono vicini a quelli ideali.

E’ importante ricordare che, se si ha necessità di spegnere il sistema di filtrazione per un periodo abbastanza lungo è bene rimuovere dai filtri gli eventuali residui di cloro non ancora sciolto. Diversamente il cloro sciogliendosi lentamente andrebbe a depositarsi in forte concentrazione ai piedi dello skimmer con gli effetti sopra descritti.

 

TRATTAMENTO PER LA CHIUSURA INVERNALE 

Nell’ottica di un utilizzo intelligente delle risorse, si consiglia di mantenere la piscina installata durante i mesi invernali e lasciare al suo interno l’acqua utilizzata durante l’estate, in modo da poterla usare anche la stagione seguente.

Per far questo, uno o due giorni prima della chiusura compiere il “trattamento invernale” utilizzando il dicloro granulare (15 g per ogni m³ di acqua) e un prodotto antialga o svernante liquidi (circa 0,1 L per ogni m³ di acqua).

Per una maggiore precisione, si consiglia di verificare sui manuali di manutenzione della piscina acquistata la quantità di prodotto chimico raccomandato.

Si ricorda che il cloro va sempre fatto sciogliere nello skimmer con la pompa accesa: durante questa fase far funzionare ininterrottamente il filtro. 

Al momento della chiusura, spegnere gli impianti di depurazione e rimuoverli dalla vasca; togliere la testa flottante, svuotare lo skimmer dai filtri, togliere le tubazioni esterne e la pompa avendo cura di chiudere i fori di mandata e di aspirazione con gli appositi tappi.

Si raccomanda di svuotare completamente dall’acqua le pompe e di porle al riparo in un luogo asciutto e ventilato fino alla stagione successiva: adesso la piscina è pronta per avere installata su di essa la copertura invernale che la proteggerà dalle intemperie e dallo sporco, per essere pronta la primavera successiva.

 

Seguire queste semplici indicazioni aiuterà a mantenere la piscina sempre trasparente e ben equilibrata, con un adeguato livello dell’acqua, scongiurando la necessità di sostituirla tutti gli anni e senza dover provvedere a un eccessivo utilizzo di prodotti chimici per recuperare situazioni problematiche, come le alghe: una scelta consapevole e necessaria, in particolar modo quando si tratta di risorse scarse e tanto importanti come l’acqua.

Ultime news